I pescatori tunisini che salvano i migranti (video)

“Mi è capitato molte volte di soccorrere dei migranti in mare. Tu pensi di andare a pescare, ma quando vedi delle persone in difficoltà smetti subito di lavorare”, racconta Kamel Romdhane.

Da anni i pescatori di Zarzis, nel sud della Tunisia al confine con la Libia, salvano i migranti in difficoltà nel Mediterraneo, sfidando le milizie libiche e disubbidendo alla polizia tunisina. Alcuni di loro hanno creato un’associazione e organizzano corsi di formazione su come condurre le operazioni di soccorso in mare.

Clicca quì per guardare il video di Giulia Bertoluzzi.

Precedente Le «imam» delle carceri Successivo «Rivedere l'accordo Italia-Libia». L'appello del volontario Sea-Watch arriva in Parlamento